Padova fa battere il cuore

Come eseguire il massaggio cardiaco

1) una persona non risponde e non respira normalmente?

2) hai fatto chiamare il 118?

A questo punto, il terzo passo è iniziare il massaggio cardiaco, cioè una “spremitura” manuale del cuore che fa ricominciare la circolazione del sangue. Difficilmente il solo massaggio cardiaco farà ripartire il cuore, per quello ci vuole il defibrillatore: ma aiuta a farci guadagnare tempo mentre si attendono i soccorsi e ad evitare che il cervello e gli altri organi subiscano danni. E poi, è veramente semplice!

  1. se possibile metti la vittima su una superficie rigida (se è sul letto e riesci, spostala per terra);
  2. scopri per quanto possibile il centro del torace;
  3. inginocchiati a lato della vittima e posizionati col busto sopra la vittima;
  4. metti le mani una sopra l’altra al centro del torace (sopra l’osso centrale, che si chiama sterno);
  5. premi facendo abbassare il torace ad un ritmo di circa 100 al minuto;
  6. fatti dare il cambio spesso, e continua fino a quando non arrivano i soccorsi o la persona si sveglia.

Se guardi i nostro video, lo imparerai ancora meglio!

E la respirazione bocca-bocca? In realtà si è scoperto che nei primi minuti l’ossigeno in circolo è sufficiente, e una persona non addestrata o che non se la sente può benissimo non farla. Se sei un soccorritore occasionale concentrati sul massaggio cardiaco: è più che sufficiente!